HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > home page > notizie
21-11-2014
Province – Pubblicata stamani sulla Gurs la legge sulle proroghe.
In arrivo le nomine per i Commissari straordinari sino all’8 aprile
La prossima settimana si conosceranno i nomi dei Commissari straordinari delle 9 Province regionali siciliane.
Sulla Gazzetta ufficiale regionale di oggi, venerdì’ 21 novembre, è stata, infatti, pubblicata la legge n. 26 approvata lo scorso 20 novembre dall’Ars che differisce i termini di reggenza dei Commissari straordinari all’8 aprile 2015.
Per la nomina o la riconferma dei Commissari straordinari si applicheranno gli articoli 55 e 145 della legge regionale 15 marzo 1963 sull’Ordinamento degli Enti locali in Sicilia con le modifiche apportate dall'Assemblea e con l’impossibilità’ dunque di nominare chi ha gia’ altri incarichi assegnati dall’Amministrazione regionale; ma non a chi ha la titolarità di incarichi dirigenziali all’interno dell’amministrazione regionale.
C’è ancora incertezza sui nomi trattandosi in ogni caso di nuove nomine.
Cesserà così l’attività dei Commissari ad acta che hanno sostenuto le Province per appena tre settimane, pur non potendosi escludere una loro "prorogatio".


La sede di Via Malta
della Provincia Regionale di Siracusa
20-11-2014
Commissione Bilancio dell'Ars sul problema delle Province.
Se Roma trattiene i soldi, falliranno le 9 Province siciliane.


La sede della Provincia di Catania
Fra le tante questioni affrontate ieri in Commissione Bilancio e Finanze dell'Ars anche quella che riguarda le nove Province regionali della Sicilia oggi commissariate e in agonìa.
I commissari ad acta, conti alla mano, hanno spiegato che se il Governo nazionale di Renzi tratterrà una parte dei fondi dai bilanci delle Province, questi enti andranno in tilt.
Le nove Province medio-piccole - Caltanissetta, Enna, Agrigento, Ragusa, Siracusa e Trapani - se subiranno questo prelievo dallo Stato falliranno senza pietà.
Visualizza per intero la News
13-11-2014
Il Patto di Stabilità blocca le Province,
difficile mettere in sicurezza le scuole.
In Sicilia la situazione è ancora più critica.
E' più importante rispettare il Patto di Stabilità o mettere in sicurezza le scuole?
Al momento vince la prima ipotesi.
La legge di stabilità in discussione alla Camera nega infatti alle Province italiane la possibilità di intervenire sulle scuole sforando il patto, come invece è concesso ai Comuni.
Rischiano perciò di essere abbandonati i 5.100 edifici delle scuole superiori, che ancora appartengono alle Province e sono frequentati da 2 milioni e mezzo di studenti: su questi non sarà possibile fare nulla, anche se cadono a pezzi, a causa dei limiti imposti dalla legge.
Bisognerà aspettare la scomparsa definitiva delle Province e il passaggio di proprietà ai Comuni?
Ma la sicurezza dei ragazzi non può aspettare.


Siracusa, l'istituto Rizza
Visualizza per intero la News
12-11-2014
Tornano i Commissari straordinari nelle 9 Province siciliane.
L'Ars ha approvato il ddl per le nuove nomine


Il Commissario Mario Ortello
Potranno essere prorogati per altri sei mesi, sino all'8 aprile, i Commissari straordinari delle 9 Province Regionali siciliane.
L'Ars ha approvato ieri pomeriggio il ddl con 35 voti a favore, 17 contrari e 10 astenuti. Trattandosi però' di nuove nomine dovrà' essere applicata la normativa subentrata sulle incompatibilita' L. 114/2014.
Niente doppi incarichi e nomine a chi è' già' in quiescenza tranne se si accetta di farlo a titolo gratuito.
Potrebbero arrivare già' la prossima settimana le nuove nomine con i decreti del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta interrompendo la brevissima esperienza dei funzionari del servizio ispettivo del Dipartimento della Autonomie Locali insediatisi appena la scorsa settimana come Commissari ad acta.
11-11-2014
On line su questo sito i dati sull'inquinamento atmosferico.
Il decimo settore Territorio e Ambiente mette a disposizione dei cittadini i dati sulla qualità dell'aria nella nostra provincia.
I report giornalieri con l'indicazione della concentrazione degli inquinanti rilevati dalle centraline dislocate nei punti nevralgici del territorio sono pubblicati e aggiornati in tempo reale su questa home page al link "Informazioni Ambientali".
Dall'ultimo resoconto consultabile on line, lo scorso fine settimana il livello di concentrazione delle sostanze inquinanti in aria è stato nei limiti dei range previsti, nonostante le polveri sottili siano arrivate venerdì a toccare i 47 microgrammi a metrocubo nella zona alta di Viale Teracati, a fronte del limite di 50 indicato dalla normativa.


Immissione di fumi in atmosfera
nella zona industriale di Priolo
07-11-2014
Inizierà lunedì nella Sala Convegni di Via Brenta, 41
Corso per i 519 dipendenti sulla sicurezza nel lavoro


La Sala Convegni di Via Brenta
Programmato dall'amministrazione per i dipendenti dell'ente un corso sulla sicurezza nel posto di lavoro.
Il corso interesserà tutti i 519 dipendenti del Libero Consorzio Comunale e si svolgerà' nella Sala Convegni della Casa della Cultura della Provincia di Via Brenta -41.
L'intero corso e' suddiviso in gruppi.
I primi due gruppi, ciascuno costituito da 36 dipendenti, lo svolgeranno la prossima settimana a partire da lunedì'.
Per il primo gruppo si terrà nei giorni 10 e 11 novembre.
Giorno 10 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, giorno 11 dalle 9.00 alle 13.00.
Per il secondo gruppo di terrà nei giorni 12 e 13 novembre.
Giorno 12 dalle 9.00 alle 13.00, giorno 13 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
05-11-2014
Si è' insediato oggi il funzionario del Dipartimento regionale delle autonomie locali.
Prima riunione di monitoraggio del Commissario Lauricella
Prima riunione operativa stamani fra il Commissario ad acta Nicolò Lauricella, il Segretario generale avv. Antonello Fortuna e i dirigenti del Libero Consorzio Comunale.
Un incontro per programmare tempi e modalità di prosecuzione dell’attività amministrativa, per l’adozione dei provvedimenti necessari alla gestione dell’Ente.
Presenti i dirigenti: Gianni Vinci del settore economico – finanziario, l’ing. Dario Di Gangi per i settori tecnici, l’avv. Giovanni Mazzone per l’avvocatura, il Capo di Gabinetto Gabriella Emmanuele e il responsabile della Polizia provinciale Giuseppe Caruso.
Illustrate al Dott. Lauricella le problematiche più impellenti alle quali assicurare continuità di soluzione, dalla manutenzione dell’edilizia scolastica, alla viabilità, alle risorse finanziarie necessarie per assicurare i servizi e per il personale.
Il Commissario ad acta Nicolò' Lauricella e' stato nominato con decreto n. 408 del 31 ottobre scorso firmato dal Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.
Proviene dal terzo servizio ispettivo del Dipartimento regionale delle autonomie locali.


Il Commissario Nicolò Lauricella
con i dirigenti dell'Ente
04-11-2014
Dal 31 marzo prossimo obbligo per Province e Comuni:
fattura elettronica obbligatoria


I funzionari Salvo Gangi e Antonio Cappuccio del 3° settore finanziario
Gli enti locali devono organizzarsi con le fatture elettroniche.
Dal 31 marzo prossimo non sarà più possibile pagare fatture ricevute in formato cartaceo.
Entro il 31 dicembre l'ente dovrà scegliere se ricevere la fattura in allegato a una Pec ovvero con altro canale telematico di ricezione, soluzione preferibile perchè consente l'automatica trasposizione dei dati nelle procedure interne dell'ente, senza l'intervento di alcun operatore.
Un primo vantaggio, una volta a regime, sarà la riduzione del numero dei dati, estratti dal registro unico delle fatture, da immettere nella piattaforma di certificazione dei crediti: i dati relativi alle fatture saranno automaticamente acquisiti, tramite il sistema di interscambio, dalla piattaforma stessa.
Visualizza per intero la News
04-11-2014
L'Inda aveva ragione. Il Tar accoglie il ricorso.
La Regione dovrà pagare i contributi 2010
L’assessorato regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia dovrà pagare all’Istituto nazionale del dramma antico 507.622 euro legati ai contributi Po-Fesr per il 2010.
Così hanno deciso i giudici del Tribunale amministrativo di Palermo che hanno accolto il ricorso presentato dall’Inda, rappresentata dall’avvocato Carlo Comandè, per chiedere un decreto ingiuntivo nei confronti della Regione.
Nel provvedimento del Tar di Palermo i giudici hanno rilevato che “dai documenti prodotti il credito risulta certo, liquido ed esigibile” e per questa ragione l’assessorato regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, entro quaranta giorni, dovrà versare all’Inda 507.622,12 euro, oltre agli interessi.
Il tribunale ha anche stabilito che la Regione dovrà liquidare all’Istituto le spese legali e gli altri oneri fiscali.
L’Inda aveva presentato ricorso per chiedere un decreto ingiuntivo dopo che l’assessorato regionale al Turismo della Regione Siciliana aveva avviato le procedure di revoca dei finanziamenti per l’attività svolta dal 2009 al 2011.


La sede dell'Inda di Corso Matteotti
04-11-2014
Siglato in Provincia il contratto per l’efficientamento energetico.
Due milioni per l’istituto Calapso di Siracusa


L'Ipsia Calapso di Siracusa
Siglato il contratto per l’efficientamento energetico dell’istituto scolastico I.p.s.i.a Calapso di Via Piazza Armerina a Siracusa.
Sarà la società Di Giorgi di Alcamo (Tp), che si era aggiudicata la gara esperita dall’ufficio regionale per gli appalti dei lavori pubblici, adesso a eseguire gli interventi previsti dal Piano per le energie rinnovabili e il risparmio energetico del progetto Poi, finanziato con Fondi del Ministero della Pubblica istruzione.
L’importo dei lavori è consistente.
Si tratta di un finanziamento di quasi due milioni di euro ( 1.952.015 per l’esattezza).
Visualizza per intero la News
1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 13 / 14 / 15 / 16 / 17 / 18 / 19 / 20 / 21 / 22 / 23 / 24 / 25 / 26 / 27 / 28 / 29 / 30 / 31 /
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aiutaci a migliorare