HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > home page > notizie
Torna indietro
15-11-2013

Sicurezza negli edifici scolastici, bando del Ministero P.I
3,5 milioni per le scuole superiori, 30 giorni per le richieste.



Istituto superiore Archimede Rosolini.
Il problema è che il finanziamento sarà assegnato, fino a concorrenza delle somme disponibili, sulla base dello stretto ordine cronologico di ricevimento delle relative richieste, come risultante dalla data e dall'orario indicati nella trasmissione di posta certificata. Finanziati interventi per la sicurezza. I cofinanziamenti sono destinati a interventi relativi a immobili di proprietà dei competenti enti locali adibiti o per la parte adibita a sede di istituzioni scolastiche statali, e sono finalizzati, in particolare, alla bonifica dell'amianto o ad adeguare la sicurezza o l'idoneità igienico sanitaria o al superamento delle barriere architettoniche per il conseguimento del certificato di agibilità.
I finanziamenti possono essere altresì destinati al completamento della messa a norma in materia di sicurezza, idoneità igienico sanitaria, superamento barriere architettoniche. Gli interventi devono essere urgenti e indifferibili.
Le risorse stanziate, per oltre 10,2 milioni di euro, sono destinate integralmente a cofinanziare in misura non superiore al 50% dell'importo complessivo di ciascuna opera attivata, nuovi interventi edilizi. Lo stanziamento è assegnato rispettivamente per euro 6.888.570,00 con riferimento all'istruzione da quella dell'infanzia sino a quella secondaria di I° e per euro 3.402.762,00 all'istruzione secondaria di II°. Limite di contributo a 300 mila euro per progetto. Ciascun ente locale non può richiedere più di due contributi e il limite massimo di cofinanziamento assegnabile ai sensi del bando non può superare l'importo di euro 300 mila per ogni intervento ammesso al beneficio. L'ente locale deve dichiarare che l'intervento per il quale è richiesto il contributo non beneficia o beneficerà di altri contributi per importi superiori alla quota di cofinanziamento.
Domande via Pec.
La richiesta di contributo, deve pervenire al Ministero dell'istruzione, università e ricerca - dipartimento per la programmazione, direzione generale per la politica finanziaria e per il bilancio(viale Trastevere 76/A, 00153 Roma)esclusivamente tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: dgbilancio@postacert.istruzione.it.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aiutaci a migliorare