HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > home page > notizie
Torna indietro
10-05-2013

IL PRESIDENTE BONO ANNUNCIA IN ASSEMBLEA AI DIPENDENTI LO SBLOCCO DEL PAGAMENTO DEGLI STIPENDI



Un'assemblea dei dipendenti.
Il Presidente Bono ha dichiarato: “In questi giorni abbiamo interagito con l’Istituto di credito più volte, fino a quando con lo stesso è stata definita una condivisa valutazione della norma che ha prodotto subito la disponibilità di cassa per il pagamento degli stipendi a tutto il personale dipendente, e che entro alcuni giorni, una volta effettuati alcuni passaggi, interni della banca, consentirà l’erogazione dell’intera somma originariamente richiesta pari a 5 milioni e mezzo di euro, che consentirà il pagamento di tutte le obbligazioni che la Provincia ha maturato a causa delle limitate disponibilità finanziarie”.
Bono ha tenuto a precisare che entro lunedì saranno altresì pagate le paghe dei dipendenti di “Siracusa Risorse” che sono stati sempre considerati al pari di tutti gli altri dipendenti provinciali.
In tal senso il Presidente Bono ha voluto ricordare che non a caso qualche settimana fa erano stati pagate ben due fatture a “Siracusa Risorse”, in luogo dell’unica che mensilmente viene pagata, a riprova che non appena ci sono state le condizioni l’ente Provincia ha immediatamente dato seguito a tutte le azioni necessarie a rispettare le legittime esigenze dei lavoratori. “In ogni caso anche questa vicenda, che nella sostanza, ha registrato un ritardo di pochi giorni del pagamento degli stipendi – ha concluso il Presidente Bono -, non solo non è affatto dipesa da responsabilità di alcun genere da parte dell’Amministrazione Provinciale, ma al contrario, se finora l’unico personale a non avere avuto ritardi patologici nel pagamento delle proprie spettanze, non è un caso, che sia stato quello della Provincia Regionale, grazie ai conti a posto e alla gestione corretta, puntuale e responsabile che ha messo l’ente Provincia nelle condizioni di potere onorare tutte le obbligazioni a tutt’oggi assunte, malgrado la continua riduzione dei trasferimenti di Stato e Regione, soprattutto, l’avere supplito da 2 anni e mezzo, a questa parte, agli obblighi della Regione nei confronti dei 331 dipendenti, ex articolisti, ormai stabilizzati nel pagamento del 60% delle loro retribuzioni per una cifra che ormai ha superato i 14 milioni di euro”.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aiutaci a migliorare