HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
18-01-2010

Campagna “TOLLERANZA ZERO” alle discariche abusive

Il Presidente della Provincia di Siracusa On. Nicola Bono ha avviato stamani formalmente la campagna “Tolleranza zero” contro le discariche abusive di rifiuti nel territorio della provincia. Una campagna che sarà realizzata con una stretta e sistematica collaborazione fra la polizia provinciale, le polizie municipali ed in coordinamento con le forze dell’ordine statali (Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Carabinieri) e guardia forestale. “Questa campagna deve essere forte, incisiva, repressiva quando occorre, e dovrà avere la finalità sia di dare decoro al nostro territorio a vantaggio di tutti i cittadini, ma anche potere dare maggiore forza ad una risorsa , quella ambientale, che è uno dei parametri principali nella promozione turistica del territorio ”. Lo ha dichiarato stamani l’On Nicola Bono aprendo i lavori della riunione convocata dallo stesso presidente e alla quale hanno partecipato , oltre all’assessore all’ambiente Enzo Reale, al dirigente del settore Domenico Morello e al comandante della polizia provinciale Pippo Caruso, anche i comandanti o loro delegati delle polizie comunali e rappresentanti dei sindaci dei vari comuni della provincia. Oggetto dell’incontro è stata la proposta da parte della Provincia di un protocollo di intesa che ora sarà valutato dai singoli comuni , e che ha come obiettivo la organizzazione metodologica della campagna che avrà la durata di sei mesi per essere poi, dopo la valutazione dei risultati, eventualmente riproposta fino al raggiungimento degli obiettivi che intende perseguire e che sono appunto la pulizia dell’intero territorio provinciale e, quindi, l’eliminazione delle discariche abusive. Bono ha informato gli intervenuti che entro febbraio saranno ripuliti, con apposito appalto già definito ( per 350 mila euro) tutte le 192 discariche abusive censite. “Con uno sforzo considerevole dal punto di vista finanziario – ha detto Bono – specie in questo periodo, ma assolutamente necessario “. Una operazione che durerà due mesi e che vedrà quattro squadre intervenire contestualmente sull’intero territorio sia per la pulizia delle discariche di inerti, elettrodomestici ed altri rifiuti che per azioni specifiche finalizzate a liberare il territorio da materiale contenente amianto. Contemporaneamente alla azione di pulizia saranno create squadre miste fra le varie polizie che dovranno intervenire anche, ed in particolare, con il controllo dei trasporti di rifiuti destinati a discariche abusive. Nel frattempo telecamere mobili saranno di volta in volta collocate su siti sensibili al fine di effettuare controlli . “Occorre - ha detto Bono – una azione di repressione utile a scoraggiare gli sporcaccioni abituali che operano nel nostro territorio. E nel contempo, mentre si invitato gli enti a verificare comportamenti e procedure nei cantieri edili, occorre informare quanti non sapessero che i comuni effettuano servizi di ritiro di elettrodomestici e rifiuti ingombrati. Ed invito i comuni non adeguatamente attrezzati a realizzare accordi con gli altri per poter fornire questo tipo di servizio che può togliere ogni alibi sulla carenza degli stessi”. Il coordinamento delle azioni di repressione e di controllo è stato affidato al comandante della polizia provinciale ed al dirigente del settore ambiente delle Provincia. Nella sede della sala operativa della stessa Polizia provinciale saranno installati i monitor dove confluiranno le immagini delle telecamere puntate sulle discariche.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video