HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
16-03-2009

GLI ASSESSORI CONSIGLIO E DOLCE INCONTRANO LE BANCHE

Il mondo delle imprese incontra le banche per cercare soluzioni condivise in ambito locale Iimn questa congiuntura economica. Sul tema un incontro si è svolto presso un albergo del capoluogo, organizzato dalla Provincia regionale e dalla Camera di Commercio di Siracusa. All'incontro erano presenti gli assessori provinciali allo sviluppo economico e all'agricoltura Paola Consiglio e Nunzio Dolce , ed il vice presidente della Camera di Commercio Pippo Gianninoto, le associazioni imprenditoriali, il rappresentante dell’ABI (Associazione Banche Italiane) Sebastiano Mannino e i responsabili di area dei più importanti istituti di credito presenti in provincia. Le associazioni datoriali hanno esposto le difficoltà di molte imprese ad accedere al credito non solo per gli investimenti ma anche e soprattutto per il riposizionamento delle posizioni debitorie. E’, quindi, emersa la necessità di rafforzare i Consorzi FIDI e i Fondi Rischi da questi gestiti, cioè gli strumenti nati per agevolare il credito alle piccole e medie imprese, facendosi garanti dei prestiti concessi alle stesse imprese. Il responsabile provinciale dell'ABI Sebastiano Mannino ha espresso tutta la volontà del sistema creditizio ad essere vicino alle imprese, nel rispetto delle regole dettate dall’accordo di Basilea. “E’ naturale però – ha detto – che le banche sono disposte ad aiutare solo le imprese sane. Infatti la banca è disposta a concedere nuovo credito anche ad una impresa in difficoltà purchè ci si renda conto che l'azienda è in grado di superare la momentanea difficoltà ed è, quindi, solvibile”. “ Io chiedo alle banche – ha detto l'assessore Consiglio – di andare oltre la freddezza di un calcolatore elettronico ed esaminare caso per caso le richieste di credito che arrivano. La stragrande maggioranza delle aziende che operano da anni sul territorio sono stati sempre solvibili e oggi pagano lo scotto di una crisi economica globale. Una azienda ora non può diventare ad un tratto solo un numero, senza considerarne il passato imprenditoriale”. “ Occorre costruire anche a Siracusa strumenti aggiuntivi per facilitare l’accesso al credito - ha aggiunto Pippo Gianninoto - soprattutto per quelle imprese che sono maggiormente colpite dalla recessione in atto.” Al termine dell'incontro si è convenuto su un comune impegno ad agevolare l'accesso al credito da parte delle banche; di rafforzare i consorzi FIDI attraverso la istituzione di fondi speciali che facciano da co-garanti; di potenziare i Fondi Rischi; di creare una rete informativa sullìaccesso al credito e siglare un documento comune sulla situazione di crisi da presentare ad una riunione congiunta del Consiglio Provinciale e di quello Camerale.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video