HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
08-03-2012

Fondi UE a gestione diretta: una panoramica dei nuovi programmi 2014-2020.

- Testo di riferimento: COM (2011) 874 del 12/12/2011 ▪ Meccanismo dell’Unione per la protezione civile La Commissione ha proposto di rinnovare lo strumento finanziario per la protezione civile dotandolo di uno stanziamento di 513 milioni di euro. Il futuro Meccanismo di protezione civile sarà destinato a sostenere, coordinare e integrare le attività di protezione civile degli Stati membri nell'intento di migliorare l'efficacia dei sistemi di prevenzione, preparazione e risposta alle catastrofi naturali e provocate dall'uomo. - Testo di riferimento: COM (2011) 934 del 20/12/2011 2) CULTURA - AUDIOVISIVO ▪ Programma "Europa creativa" Con un budget proposto di 1,8 miliardi di euro, il futuro programma UE a sostegno dei settori culturali e creativi riunirà in un quadro unico di finanziamento i diversi programmi che attualmente intervengono nei settori della cultura e dell’audiovisivo, ovvero Cultura 2007-2013, MEDIA 2007 e MEDIA Mundus. Introdurrà anche per la prima volta uno specifico strumento finanziario per agevolare l’accesso al credito da parte dei piccoli operatori culturali. Per un approfondimento su questo programma: n. 6/2011 della nostra newsletter. - Testi di riferimento: COM (2011) 786 e COM (2011) 785 del 23/11/2011 3) ISTRUZIONE – FORMAZIONE – GIOVANI - SPORT ▪ Programma "Erasmus per tutti" per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport Erasmus per tutti sostituirà, fondendoli in un unico programma, i sette programmi esistenti nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. Un singolo strumento, dunque, che ingloberà gli attuali programmi Apprendimento permanente e Gioventù in Azione, più i cinque programmi di cooperazione internazionale nel settore dell’istruzione superiore, Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione bilaterale con i Paesi industrializzati. Inoltre, attraverso azioni specifiche distinte ma incluse nel programma, Erasmus per tutti continuerà a sostenere la ricerca e l'insegnamento in materia di integrazione europea (Jean Monnet), così come la cooperazione europea nel settore dello sport, compreso la lotta al doping e alla violenza e la promozione della buona governance delle organizzazioni sportive. Per questo programma la Commissione ha proposto un budget di 19,111 miliardi di euro. - Testi di riferimento: COM (2011) 787 e COM (2011) 788 del 23/11/2011 4) POLITICA SOCIALE - CITTADINANZA EUROPEA ▪ Programma per il cambiamento e l'innovazione sociale Questo strumento costituirà il nuovo programma UE per i settori dell’occupazione e degli affari sociali. Sarà strutturato in tre assi distinti ma complementari che riuniscono in un quadro di finanziamento globale tre strumenti attualmente esistenti: il programma PROGRESS (per l’occupazione e la solidarietà sociale), EURES (la rete di servizi per l’impiego e la mobilità professionale) e lo Strumento Progress di microfinanza. Al nuovo programma è stato proposto di destinare un budget di 958,19 milioni di euro. Per un approfondimento: n. 5/2011 della nostra newsletter. - Testo di riferimento: COM (2011) 609 del 06/10/2011 ▪ Programma "L’Europa per i cittadini" Il futuro Europa per i cittadini, con una struttura semplificata, ricalcherà sostanzialmente l’omonimo programma 2007-2013. Il suo obiettivo rimane quello di promuovere la partecipazione civica e contribuire ad accrescere la consapevolezza e la conoscenza dell'Unione da parte dei cittadini. Continuerà pertanto a sostenere partenariati tra città (gemellaggi) e reti transnazionali, iniziative di commemorazione della storia europea, la promozione del dibattito e della riflessione sulla cittadinanza e i valori europei e su temi legati all’UE, nonché il sostegno strutturale ad organizzazioni che promuovono la cittadinanza europea. A questo programma viene proposto di assegnare un budget di 229 milioni di euro. - Testo di riferimento: COM (2011) 884 del 14/12/2011 5) IMPRESE ▪ Programma per la competitività delle imprese e le PMI (COSME) Con una dotazione complessiva di 2,5 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, il programma per la competitività delle imprese e le PMI continuerà a sostenere in larga misura le azioni previste nell'attuale programma per l’imprenditorialità e l’innovazione CIP-EIP, escluso il sostegno all’innovazione che confluirà nel nuovo programma Orizzonte 2020. In particolare, COSME si concentrerà su azioni tese a: 1) migliorare le condizioni per assicurare la competitività e la sostenibilità delle imprese dell'UE, anche nel settore del turismo; 2) promuovere l'imprenditorialità, anche tra gruppi di destinatari specifici; 3) migliorare l'accesso delle PMI ai finanziamenti sotto forma di capitale proprio e di debito; 4) Migliorare l'accesso ai mercati sia dell’Unione che mondiali. - Testo di riferimento: COM (2011) 834 del 30/11/2011 6) RICERCA - INNOVAZIONE ▪ Programma quadro di ricerca e innovazione “Orizzonte 2020” Orizzonte 2020 punta a modernizzare il quadro dei finanziamenti UE per la ricerca e l’innovazione riunendo per la prima volta in un unico strumento tutti i finanziamenti UE esistenti per questi settori, ovvero il programma quadro di RST (7° PQ ), il sostegno all’innovazione previsto dal programma CIP-EIP e il sostegno all’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (IET). Il nuovo programma, con un budget complessivo proposto di oltre 80 miliardi di euro, concentrerà i fondi su tre priorità strategiche: 1) rafforzamento dell’eccellenza dell’UE in campo scientifico a livello mondiale, facendo crescere talenti in Europa e attirando ricercatori di primo piano (priorità “eccellenza scientifica”, con un budget assegnato di 27,8 miliardi di euro); 2) consolidamento del primato dell’Europa nel settore delle tecnologie abilitanti e industriali, promozione dell’innovazione nelle PMI ad alto potenziale di crescita e promozione di un più facile accesso ai finanziamenti con capitale di rischio per il settore R&S (priorità “leadership industriale”, budget assegnato di 20,2 miliardi di euro); 3) risposta alle grandi sfide sociali individuate nella strategia Europa 2020, sostenendo la ricerca nei seguenti ambiti: salute, cambiamento demografico e benessere; sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima e bio-economia; energia sicura, pulita ed efficiente; trasporti intelligenti, verdi e integrati; azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime; società inclusive, innovative e sicure (priorità “sfide per la società”, budget assegnato di 35,8 miliardi di euro). - Testi di riferimento: COM (2011) 808, COM (2011) 809, COM (2011) 811, COM (2011) 810, COM (2011) 812 del 30/11/2011 7) SALUTE – TUTELA CONSUMATORI ▪ Programma “Salute per la crescita” Il futuro Salute per la crescita, terzo programma dell’UE di sostegno a questo settore, prenderà il posto dell’attuale programma in vigore dal 2008 per sostenere interventi volti a incoraggiare l'innovazione nel campo sanitario, favorire un'assistenza sanitaria migliore e più sicura, promuovere la salute e prevenire le malattie, nonché proteggere i cittadini dalle minacce sanitarie transfrontaliere. Lo stanziamento proposto per il programma è di 446 milioni di euro. - Testo di riferimento: COM (2011) 709 del 09/11/2011 - Scheda informativa ▪ Programma per la tutela dei consumatori Con un budget proposto di 197 milioni di euro, il nuovo programma a sostegno della politica dei consumatori, che subentrerà a quello operativo fino alla fine del 2013, concentrerà i propri interventi sull'emancipazione dei consumatori lungo gli assi della sicurezza, dell'informazione e dell'educazione, della tutela dei loro diritti e interessi. - Testo di riferimento: COM (2011) 707 del 09/11/2011 8) GIUSTIZIA - AFFARI INTERNI ▪ Programma “Giustizia” Il programma Giustizia sostituirà, riunendoli in un unico strumento, tre dei cinque programmi specifici che formano l’attuale programma quadro Diritti fondamentali e Giustizia, vale a dire i programmi Giustizia civile, Giustizia penale e Prevenzione e informazione in materia di droga. Il nuovo Giustizia, a cui si propone di assegnare un budget di 472 milioni di euro, fornirà sostegno ad azioni finalizzate a contribuire all’applicazione efficace della normativa UE nei settori della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale, a facilitare l’accesso alla giustizia e a contrastare il traffico di droga e altri illeciti connessi alla droga (a differenza del predecessore Prevenzione e informazione in materia di droga, nel nuovo programma non sembra più previsto il sostegno alla riduzione dei danni alla salute connessi all'uso di droghe). - Testo di riferimento: COM (2011) 759 del 15/11/2011 ▪ Programma “Diritti e Cittadinanza” Questo programma riunirà e sostituirà i programmi specifici Daphne III e Diritti fondamentali e cittadinanza (si tratta dei due restanti programmi specifici che fanno parte dell’attuale programma quadro Diritti fondamentali e Giustizia) e le sezioni "Diversità e lotta contro la discriminazione" e "Parità fra uomini e donne" del programma PROGRESS. In particolare, il futuro programma sosterrà azioni orientate a promuovere i diritti derivanti dalla cittadinanza europea, il principio di non discriminazione e quello di parità fra donne e uomini, il diritto alla protezione dei dati personali e i diritti del minore. Le risorse da assegnare a questo programma ammonterebbero a 439 milioni di euro. - Testo di riferimento: COM (2011) 758 del 15/11/2011 ▪ Fondo Asilo e Migrazione Il Fondo Asilo e Migrazione sarà dotato di uno stanziamento di 3,8 miliardi di euro e si concentrerà sui flussi migratori e sulla gestione integrata della migrazione. Fornirà sostegno ad azioni intese ad affrontare tutti gli aspetti della migrazione, compresi l'asilo, la migrazione legale, l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi in soggiorno regolare nell'UE e il rimpatrio di quelli che soggiornano irregolarmente. Nello specifico questo Fondo prenderà il posto degli attuali Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi, Fondo europeo per i rifugiati e Fondo europeo per i rimpatri. - Testi di riferimento: COM (2011) 749, COM (2011) 751, COM (2011) 752 del 15/11/2011 ▪ Fondo Sicurezza interna Il Fondo Sicurezza Interna sosterrà l'attuazione della strategia di sicurezza interna dell’UE, nonché un approccio coerente e globale alla cooperazione in materia di applicazione della legge, compresa la gestione delle frontiere esterne dell'UE. Avrà una dotazione finanziaria di 4,6 miliardi di euro e finanzierà le attività attualmente supportate dal Fondo europeo per le frontiere esterne e dai programmi specifici ISEC (Prevenzione e lotta contro la criminalità) e CIPS (Prevenzione, preparazione e gestione delle conseguenze del terrorismo e altri rischi correlati alla sicurezza). - Testi di riferimento: COM (2011) 749, COM (2011) 750, COM (2011) 753 del 15/11/2011 I due Fondi indicati includeranno anche una dimensione esterna e sosterranno azioni nei e in relazione a Paesi terzi nell'interesse degli obiettivi delle politiche di migrazione e di sicurezza interna dell'UE. Inoltre, ciascun Fondo prevederà un meccanismo di risposta all’emergenza che consentirà all’UE di reagire prontamente a situazioni di crisi legate alla migrazione o alla sicurezza.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video