HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
30-05-2010

Bono replica a Marziano

E' evidente che per lui è irregolare ridurre i dirigenti da 18 a 10, creando così non solo rilevanti risparmi per le casse della Provincia, ma, soprattutto la razionalizzazione dell'azione amministrativa che era sta mortificata dalla duplicazione o triplicazione di dirigenti per la medesima materia. Il nuovo organigramma non solo è ampiamente regolare, perchè ha ottenuto tutti i pareri tecnici, ma è stato unanimamente condiviso sia da tutte le sigle sindacali che da tutte le forze politiche della maggioranza. A proposito, poi, degli appunti di Marziano sugli uffici intersettoriali, c'è da puntualizzare che la loro attuale collocazione coincide con quella prevista dal Regolamento degli Uffici e dei Servizi approvato nel 2000 dallo stesso Marziano, oggi censore di se stesso. C'è da chiedersi, semmai, se l'ex Presidente ha operato correttamente quando, modificando quel suo stesso regolamento, spostò parte degli uffici dalla presidenza a un confusionario settore, di cui nessuno avvertiva l'esigenza, al solo scopo di creare un'ulteriore nuova dirigenza. Il suo comportamento evidenzia una tendenza autolesionista: infatti, le sterili polemiche avviate dall'ex Presidente, vertono sempre su temi in cui risulta costantemente soccombente sul piano dei confronti tra le sue scelte e quelle dell'Amministrazione in carica, sotto l'aspetto dell'efficienza, trasparenza ed economicità dell'azione amministrativa. Contrariamente al mio predecessore – continua Bono - anzichè assumere nuovi dirigenti ho preferito affidare, a costo zero per la provincia, l'Avvocatura all'avv. Mazzone che, non solo è da anni estraneo a qualsiasi partito politico, ma è l'unico dirigente dell'Ente in possesso dei titoli professionali necessari per ricoprire tale incarico. Capisco che per Marziano, abituato ad assumere e a conferire incarichi dirigenziali a persone persino sprovviste del minimale titolo di studio della laurea, si tratta di quisquiglie, ma la Corte dei Conti potrebbe non condividere tanto pressapochismo. Sul coordinamento degli Uffici di Staff la stessa critica è incomprensibile perchè non motivata. Fra l'altro è una riedizione di quella già mossa lo scorso anno e già ritenuta infondata dall'Assessorato regionale competente. Ma davvero Marziano non ha altro di meglio da fare che riprendere le stesse sterili polemiche? Due ultime cose infine. Una sulle posizioni organizzative sulle quali Marziano dovrebbe ben sapere che la materia rientra nell'esclusiva sfera dell'autonomia gestionale dei dirigenti; o forse Marziano era abituato a interferire? L'altra sulla nomina del nuovo direttore della Riserva Ciane-Saline. Una nomina mai attribuita, tutto falso dunque con la conseguenza che è del tutto infondata la polemica sulla mancanza di titoli necessari per ricoprire questa carica".


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video