HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
11-02-2010

Interruzione di pubblico servizio: intervenga l’Ato idrico

In relazione alla vicenda dei lavoratori che bloccano da ieri gli uffici di Sai 8, una nota del Presidente del Consiglio Provinciale, Michele Mangiafico. Da due giorni decine di ex lavoratori del socio privato del nuovo gestore del servizio idrico integrato bloccano gli ingressi degli uffici della società, di fatto impedendo all’utenza di recarsi presso lo sportello clienti per la risoluzione delle numerose problematiche che caratterizzano il servizio idrico. Come se non bastasse, il fatto che l’accesso agli uffici di Siracusa è impossibile, considerando che il personale che eroga il servizio ai clienti negli sportelli decentrati parte dagli uffici di Siracusa, ha fatto si che anche gli sportelli decentrati dei vari Comuni siano chiusi, con notevole sofferenza anche per quella fascia di utenza legata ai Comuni che più recentemente hanno affidato le reti al nuovo gestore e dove quindi le problematiche in questo momento sono maggiori. L’Ato idrico, quale organo di controllo, ha una grande responsabilità sulla qualità del servizio che viene erogato: deve porsi il problema della criticità dei rapporti con l’utenza e trovare urgentemente una soluzione, soprattutto perché con l’attuale interruzione di pubblico servizio sta sorgendo una nuova sofferenza su una popolazione che in questi mesi aveva già più volte lamentato disagi e difficoltà. Cosa devono fare in questo momento i cittadini che devono risolvere problematiche anche urgenti inerenti il servizio idrico laddove esiste il nuovo gestore? Michele Mangiafico Presidente del Consiglio provinciale


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video