HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
29-01-2010

Sopralluogo del Consiglio Provinciale al Carcere di Brucoli

Stamani una delegazione del Consiglio Provinciale, guidata dal presidente Michele Mangiafico, ha effettuato una visita istituzionale presso la Casa di Reclusione di Brucoli, nell’ambito di un piano di visite che comprende anche il carcere di Noto e quello di Cavadonna. Con Michele Mangiafico anche i consiglieri Gaetano Amenta, Nino Iacono, Carmelo Spataro, Francesco Saggio, Liddo Schiavo e Nicky Paci. La delegazione ha incontrato il direttore Dott. Antonio Gelardi ed ha effettuato una visita nelle varie aree e strutture dell’istituto di detenzione. E’ stato lo stesso direttore ad illustrare alla delegazione consiliare lo stato di difficoltà operative in cui si trova il penitenziario , aperto nel 1987 per ospitare 300 detenuti mentre ne ospita oltre seicento, in celle di circa tre metri quadrati dove anziché un detenuto ve ne sono due e spesso anche tre . Anche il personale risulta insufficiente poichè a fronte dei previsti 358 agenti di custodia ve ne sono 225 . Seppur attrezzata da varie aree di socializzazione non sono sufficienti ed esistono anche carenze di base come l’approvigionamento idrico che risente delle difficoltà che esistono nell’acquedotto di Augusta, per cui per quasi tutto l’anno è necessario razionare l’acqua , che arriva ogni giorno anche con autobotti, con gli inevitabili disagi, specie in estate. Il personale educativo è ridotto all’osso. Solo due unità rispetto alle previste 15. Carenza a cui sopperiscono in parte i volontari che frequentano l’istituto. Il direttore la evidenziato la meritoria opera svolta dal progetto “Reload” che vede protagonista la Provincia di Siracusa, grazie al quale si attuano azioni di inclusine sociale dei detenuti. Tredici di essi infatti escono ogni giorno per effettuare lavori di giardinaggio per il comune di Augusta. “Ci siamo mossi – ha detto il presidente Mangiafico – anche a seguito della dichiarazione dello stato di crisi del sistema penitenziario da parte del governo. Il consiglio provinciale, a completamento del calendario di visite agli altri istituti di pena affronterà la questione individuando azioni che possono essere effettuate dalla Provincia. A tale scopo è stato affidato al consigliere Carmelo Spataro l’incarico di redigere una apposita relazione “.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video