HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
01-09-2009

Riparte il Tavolo per l'Economia: definiti organizzazione e tempi

E’ ripartito stamani il Tavolo per l’Economia voluto ed istituto il 27 luglio scorso dal presidente della provincia di Siracusa On Nicola Bono . Una riunione di ripresa che registra la soddisfazione dello stesso presidente Bono per la quantità e qualità delle partecipazioni essendo stata presente, oltre a sindaci e rappresentanti dei comuni, dei sindacati e delle organizzazioni imprenditoriali e professionali, anche una folta delegazione di parlamentari nazionali e regionali. Come richiesto ed indicato dal presidente della provincia , che ha accolto in tal senso suggerimenti da parte di vari interlocutori, la riunione di stamani è stata utile non solo per la generale trattazione delle problematiche sul tappeto ma in particolare, per questa prima fase, gli aspetti che attengono alla metodologia e al ritmo dei lavori che si vuole dare l lo stesso Tavolo. Dopo ampia discussione l’On Nicola Bono ha scandito la tempistica per le azioni metodologiche ed organizzative. Si è deciso di effettuare riunioni plenarie dei vari soggetti istituzionali , associativi e politici, solo dopo alcune necessarie e riunioni istruttorie, necessarie, quindi ristrette, che affronteranno gli specifici temi. Queste riunioni ristrette produrranno documenti e schede sulle varie aree ( definizione del tema, individuazione degli interlocutori istituzionali , quantificazione delle risorse private e pubbliche , azioni, tempistica ) e documenti che confluiranno in un unico documento programmatico del lavoro da svolgere e che sarà sottoposto al comitato nella sua forma plenaria. Secondo le indicazioni di Bono entro settembre dovrà essere esitato il documento programmatico-operativo, ed in autunno sviluppare le azioni previste e connesse alle problematiche che sono, nelle linee generali , già state indi vitate nei seguenti punti : 1. Accordo di programma sulla chimica; 2. Individuazione dei nuovi progetti di investimento già in essere e non ancora avviati; 3. Piano di risanamento e relativa tempistica degli interventi; 4. Politiche turistiche e attività relative alla cabina di regia; 5.Situazione del credito ed analisi delle iniziative a sostegno delle esigenze finanziarie dei settori produttivi; 6.Problematiche della piccola e media impresa e del settore agricolo e individuazione delle possibili soluzione ad esse afferenti; 7. Infrastrutture per i trasporti, rapporti con le FF.SS. e valutazione di tempi e modalità di attuazione del Piano per la rifunzionalizzazione delle strade provinciali; 8. Attività della Pubblica Amministrazione con particolare riguardo al settore degli investimenti e valutazioni relative alle modalità e ai tempi dei pagamenti.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video