HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
01-07-2009

IL CONSIGLIO PROVINCIALE APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2009

Il bilancio di previsione 2009 della provincia regionale di Siracusa è stato approvato attorno all’una della notte scorsa. L’approvazione dopo un lungo confronto fra maggioranza ed opposizione attorno a 49 emendamenti, in gran parte della maggioranza che poi li ha ritirati presentando un unico maxi- emendamento. Il bilancio complessivo della provincia per il 2009 è di 134 milioni e 500 mila euro. Il dibattito si è incentrato su varie modifiche apportate nei capitoli di bilancio che, come nel caso di tagli ad interventi per la viabilità, sono stati ritenuti inopportuni e un “errore” dalla opposizione che per altro ha fatto notare che i vari punti del maxi-emendamento intervengono in modo eccessivamente dettagliato e non di indirizzo, essendo le imputazioni di spesa di dettaglio di competenza della amministrazione attiva. Per varie contestazione ai tagli da parte della opposizione hanno risposto consiglieri di maggioranza che hanno controbattuto dicendo che nella rimodulazione tramite il maxi-emendamento tutte le più importanti esigenze di intervento e di spesa vegono recuperate . Altro punto sui cui si è sviluppato il confronto è la utilizzazione degli avanzi di bilancio che secondo la opposizione possono essere utilizzati solo per investimenti e per spese straordinarie e non ripetitive. Un ulteriore emendamento annullava la possibilità di ottenere finanziamenti dal “Decreto Bersani” per 22 milioni per il cosiddetto “snodo di Noto”. Un taglio che non è stato condiviso dall’assessore ai lavori pubblici Tino di Rosolini e che dopo approfondimenti e chiarimenti è stato ritirato . In un intervento il consigliere Salvatore Andolina ha chiesto, a nome dei consiglieri di maggioranza , che, approvato il bilancio, si proceda all’azzeramento della giunta Bono per l’apertura - ha detto - di una nuova , più incisiva e condivisa , fase politica ed amministrativa A conclusione della seduta il presidente del Consiglio Michele Mangiafico ha dichiarato che “l’approvazione dello strumento contabile con una larga maggioranza (16 favorevoli e 5 contrari) qualifica l’azione del consiglio che ha dimostrato di avere la capacità di trovare la sintesi su tante questioni importanti emerse nel corso della seduta. Il consiglio guarda adesso, con l’impegno di sempre ,ad un nutrito calendario dei lavori per le prossime settimane”


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video