HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
07-10-2008

Il 20 ottobre Consiglio provinciale

La conferenza dei capi gruppo di questa mattina, presieduta da Michele Mangiafico (vi hanno preso parte i consiglieri Nicky Paci, Carmelo Spataro, Gaetano Amenta, Corrado Calvo e Alessandro Acquaviva), ha partorito un nutrito ordine del giorno per quanto riguarda la seduta del prossimo Consiglio provinciale in programma il 20 ottobre alle 19. Innanzitutto, così come aveva preannunciato il presidente Mangiafico, si farà l’attività ispettiva (una volta al mese). Il calendario dei lavori prevede altresì l’elezione dei tre rappresentanti del Consiglio provinciale in seno all’assemblea Urps; il Piano triennale delle opere pubbliche; l’istituzione della speciale commissione per la viabilità, per i troppi incidenti stradali che accadono lungo le arterie della nostra provincia; quattro debiti fuori bilancio (semplice presa d’atto); modifica dello statuto speciale dell’Ato rifiuti; modifica dello statuto della Provincia per potere eleggere il secondo vice presidente del Consiglio; la vicenda Port Autority di Augusta. Il Consiglio provinciale si occuperà anche di due ordini del giorno. Il primo promosso dal consigliere Paci e firmato da Spataro e Acquaviva, riguardante il mantenimento delle preferenze nelle elezioni europee, e l’introduzione delle preferenze nelle elezioni politiche; con il secondo odg, invece, si chiederà la modifica del regolamento per il funzionamento delle commissioni consiliari alla luce della diminuizione del numero dei Consiglieri provinciali. A proposito del primo ordine del giorno, quello relativo alle preferenze, il consigliere Nicky Paci ha detto: “Già in occasione delle elezioni politiche i cittadini sono stati privati della possibilità di scegliere i loro parlamentari e tale scelta è affidata esclusivamente ai leader di partito che hanno il potere di compilare le liste e determinano anche l’elezione dei parlamentari. Noi – ha aggiunto Paci – vogliamo evitare una deriva leaderistica estranea alla tradizione popolare e garantire la possibilità per i cittadini di scegliere i propri eletti”. Infine, nel corso della conferenza dei capi gruppo, è stato deciso di convocare un Consiglio provinciale aperto, per il 27 ottobre, nel corso del quale si parlerà di sanità. Per quanto riguarda il Consiglio provinciale aperto sulla Sanità, il presidente Michele Mangiafico ha puntualizzato che questo appuntamento nasce “alla luce dei tagli previsti dalla Regione Siciliana oltrechè dalle pressanti necessità che esprime il nostro territorio in termini di assistenza e di servizi”.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video