HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
11-08-2008

CONSIGLIO PROVINCIALE PIANO TERRITORIALE APPROVATO, PER IL BILANCIO SI RIPARLA IL 19 AGOSTO

Oggi il consiglio provinciale di Siracusa ha approvato le linee guida del Piano territoriale Provinciale, strumento utile e necessario alla programmazione per lo sviluppo economico e all’accesso ai fondi strutturali europei. Mentre lo stesso consiglio ha rinviato al prossimo martedì 19 agosto, alle ore 19,00 la trattazione del punto all’ordine del giorno relativo al bilancio di previsione 2008 . Al primo settembre rinviata la votazione per la nomina dei tre componenti il collegio dei revisori dei conti. La seduta di stamani, iniziata alle 10,50 è stata aperta dal presidente del consiglio Michele Mangiafico dando la parola al capogruppo dell’UDC Domenico Paci che ha chiesto ed ottenuto come primo atto la surroga dell’ex consigliere Enzo Reale ( ora assessore) con il compagno di partito (MPA) Maurizio Ranno che poco dopo ha giurato. Il consiglio ha poi proceduto alla elezione dei componenti di competenza dello stesso Consiglio presso le circoscrizioni elettorali dei vari comuni della provincia. Ha quindi preso la parola il capo gruppo di Forza Italia Paolino Amato che ha presentato un ordine del giorno , cofirmato con Paci e Gaetano Amenta (capogruppo AN) sulla vicenda della terna per la Port Authority di Augusta designata dal presidente della regione Lombardo. Su tale richiesta il presidente Mangiafico ha informato i consiglieri che l’ordine del giorno sarà trattato al primo consiglio utile, sentiti i capigruppo. L’Ordine del Giorno Amato-Amenta-Paci chiede al Ministro delle Infrastrutture di “non tenere conto delle indicazioni fino ad ora fornite dalla Regione Siciliana, scegliendo, invece, tra i nominativi siracusani, in possesso di titoli e dell’esperienza richiesti dalla legge, già presentati dalla Provincia Regionale, dalla Camera di Commercio e dai comuni di Priolo, Augusta e Melilli”. Dopo relativa richiesta di prelievo del punto all’ordine del giorno da parte del consigliere Paci l’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppina Ignaccolo ha illustrato la situazione, evidenziata in un documento trasversale dei consiglieri, circa la forte riduzione (del 25%) delle cattedre di insegnati di sostegno nella provincia di Siracusa operate dalle autorità scolastiche. “Una riduzione – ha detto l’assessore – che farà mancare 313 insegnanti di sostegno a fronte di un considerevole aumento degli alunni disabili che oggi sono 1662 in tutte le scuole della provincia”. La mozione sull’argomento è stata quindi votata. Seguirà una richiesta alle autorità scolastiche di rivedere la decisione. Il capogrupppo UDC Domenico Paci chiede, quindi, il prelievo del punto relativo al Bilancio. Il presidente Bono fa la sua illustrazione politica affermando che il documento di cui si discute non è da considerarsi il Bilancio della sua amministrazione ma uno strumento esclusivamente tecnico che avrebbe dovuto essere approvato durante la gestione commissariale. L’On.le Bono ha sottolineato lo stato di emergenza e si è appellato al senso di responsabilità di maggioranza e di opposizione affinchè non si proceda con emendanti ma si approvi il bilancio così com’è per mettere la provincia in condizione di operare nel pieno delle disponibilità . Nell’invitare la minoranza alla approvazione Bono assicura il suo impegno politico perché in fase di assestamento e variazioni (settembre-ottobre) si tenga conto delle osservazioni che avanzerà l’opposizione. Dopo la descrizione tecnica del dirigente del settore finanziario Dott. Giuseppe Biondo che elenca sommariamente le varie voci ( per un bilancio complessivo di 150 milioni di euro), il capo gruppo del PD Carmelo Spataro , pur dichiarandosi contrario ad ogni forma di ostruzionismo , chiede al consiglio di rinviare al 25 agosto la trattazione dello strumento finanziario che, dice , “non si può approvare in un solo giorno e vanno rispettate le regole”. E’ quindi il consigliere del gruppo Misto Giovanni Briante a chiedere alla amministrazione attiva se ha notizie circa il fatto che da otto mesi si pagano gli affitti dei locali del’ex APIT e se la precedente amministrazione non ha provveduto ad acquisire ui crediti derivanti delle autorizzazioni agli impianti termici domestici. Su questi due punti sarà dopo il presidente Bono a chiedere a Briante di attendere una risposta successiva da parte della stessa amministrazione. Salvatore Andolina ( capogruppo di AN), rivolgendosi in particolare al consigliere Spataro, chiede un atto di responsabilità per l’approvazione del bilancio , una approvazione meramente tecnica poichè “non ci possiamo permettere il lusso di perdere un solo giorno in più ”. Dopo la dichiarazione del consigliere Alessandro Acquaviva (PLAG2) a favore della richiesta di slittamento avanzata da Spataro, sia Paci che Paolino Amato invitano il consiglio a procedere alla approvazione , così anche Corrado Calvo (oggi nominato ufficialmente capogruppo dell’MPA). Il consiglio interrompe per venti minuti i lavori per una consultazione fra i capigruppo, ed al rientro in aula il presidente Michele Mangiafico propone la “,madiazione” raggiunta di rinviare la trattazione del bilancio non più al 25 come richiesto in un primo momento da Spataro ma al 19 di agosto. Si passa quindi alla votazione sulle linee guida del Piano Provinciale Territoriale sul quale intervengono Paolino Amato, Salvatore Andolina, Alessandro Acquaviva, Gaetano Amenta, Corrado Calvo. La riunione si conclude con l’esito positivo della votazione annunciato dal presidente Mangiafico . Bono si dichiara “soddisfatto per l’esito del voto per il Piano Territoriale poichè si avvia un governo programmato del territorio attraverso strumento che ci guideranno nel determinare lo sviluppo per il futuro”.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video