HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
07-12-2012

BONO: E’ ANCHE MERITO DI UNA MAGGIORANZA COMPATTA
SE I CONTI SONO IN ORDINE.

Se non ci saranno ulteriori aggravamenti e l’invenzione di nuovi tagli draconiani da parte del governo nazionale - ha continuato il presidente Bono -, l’anno prossimo potremo preparare un bilancio di previsione che vorrei definire decoroso. Intendiamoci, il taglio previsto per nuovo anno determinerà inevitabilmente la riduzione e, persino, la soppressione di alcune attività e servizi che non potremo mantenere; ma nel complesso, non dovremmo correre rischi di default. In ogni caso cercheremo di approvare il nuovo bilancio di previsione entro il prossimo febbraio, rispettando così i tempi attuati l’anno scorso”. Il presidente Bono ha anche replicato agli attacchi dell’opposizione sulla tenuta della sua maggioranza: “E’ stata sempre compatta negli atti fondamentali, non facendo mai mancare il suo sostegno all’amministrazione. Non solo abbiamo approvato tutto ciò che c’era da fare, tant’è che non è rimasto un solo provvedimento obbligatorio inevaso, ma è altresì indiscutibile che non avremmo la situazione economica che abbiamo oggi, se non avessimo goduto costantemente del supporto della maggioranza dei consiglieri provinciali alla nostra azione”. Infine, il presidente Bono ha relazionato sul lavoro dell’unico esperto che ha la sua amministrazione, non prima di avere chiarito di non avere mai nominato, in tutta la durata del suo mandato, altri esperti o consulenti a titolo oneroso, a differenza della stragrande maggioranza degli enti, Regione Siciliana in testa specie sotto la gestione Lombardo, che ne hanno fatto un vero e proprio stile di governo, non a caso danneggiando le casse pubbliche e, spesso, anche la correttezza della gestione. In particolare il presidente Bono ha dichiarato: “Il dottore Mario Antonuzzo ha per i primi due anni lavorato senza alcuna remunerazione economica, dopo lo ha fatto per 25 mila euro lorde all’anno, a fronte dei minimi di legge stabiliti in 43 mila euro, e soprattutto ha individuato percorsi per recuperare decine di milioni di fondi europei, che la Provincia Regionale è stata in grado di intercettare unicamente grazie al suo supporto tecnico. Tale azione è stata fondamentale per l’efficacia della nostra gestione amministrativa, anche perché nessun ente locale può più permettersi di basare la sua attività solo sui trasferimenti dello Stato e della Regione. L’azione dell’esperto è stata in diversi campi: dall’edilizia scolastica al Piano territoriale, dal turismo alla viabilità, ed i risultati conseguiti dimostrano che è stata valida e produttiva”.


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video