HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
17-08-2012

BONO: GRAZIE AL COORDINAMENTO DELLA PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA TREDICI COMUNI HANNO GIA’ DELIBERATO L’ADESIONE ALLA SRR.

La Provincia Regionale si era già attivata in merito l’anno scorso, ma per quasi un anno la Regione non aveva più dato segnali di attenzione a tali adempimenti. Poche settimana fa, improvvisamente, l’accelerazione, con la fissazione di un crono- programma stringente che, tra l’altro, prevedeva entro il 6 agosto l’adozione da parte di ciascun Consiglio Comunale delle delibere di adesione alla SRR, pena il Commissariamento dell’Ente inadempiente da parte della Regione. Tale accelerazione non ha trovato impreparata la nostra Provincia, che già dall’anno scorso aveva avviato le procedure e fornito ai Comuni tutta l’assistenza necessaria, compreso lo schema di delibera da adottare da parte del Consiglio. Grazie a tali buone pratiche, entro il 6 agosto, ben tredici Comuni Siracusani su ventuno hanno rispettato la scadenza e adottato le delibere di adesione alla SRR. In particolare hanno aderito i Comuni di Augusta, Avola, Canicattini Bagni, Carlentini, Ferla, Francofonte, Lentini, Melilli, Noto, Portopalo di Capo Passero, Rosolini, Siracusa e Sortino. Cinque Comuni hanno deciso di rinviare la deliberazione (Buccheri, Pachino, Palazzolo Acreide, Priolo Gargallo e Solarino), un Comune ha bocciato la proposta (Cassaro), due Comuni non hanno fornito alcuna notizia (Buscemi e Floridia). Con una nota a firma del Dirigente dell’Ufficio, ing. Domenico Morello è stato comunicato alla Regione l’elenco dei Comuni inadempienti, per l’eventuale adozione dei provvedimenti conseguenti da parte dell’Assessorato Regionale. La data per la stipula dell’atto costitutivo della SRR è stata già fissata per il 31 agosto p.v. e cioè ben trenta giorni prima dei termini stabiliti per legge. Si realizzerà, ci si augura, in tal modo l’effettivo avvio di un percorso finalmente virtuoso nel campo della pulizia e del decoro del territorio, capace di archiviare definitivamente il fallimentare assetto degli ATO Rifiuti, che tanti sprechi e inefficienze ha determinato con i suoi disservizi.”


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video