HOME PAGE [0] | INTRANET | CREDITS | MAPPA | NORME E CONDIZIONI D'USO | CONTATORE | PEC | WEB MAIL | RESPONSABILE SITO
provincia.siracusa.gov.it > attività > notizie
Torna indietro
12-07-2012

TRENO BAROCCO
BONO INCONTRA L’ING. MORETTI AMMINISTRATORE DELEGATO DELLE F. S.

A questo punto il presidente Bono ha chiesto e ottenuto direttamente un incontro con l’Ing Moretti al quale ha rappresentato “ l’assoluta illogicità della soppressione di una iniziativa altamente prestigiosa , di rilevante valore promozionale l del turismo culturale e, che riscuote consenso unanime di operatori turistici e di pubblico, e che consente di avere una visione di insieme del Val di Noto, quale elemento propedeutico allo stimolo per una visita più approfondita di uno dei luoghi più belli della Sicilia.. In altre parole, un vero e proprio volano di promozione territoriale che, per altro, costituisce anche un importante strumento di prestigiosa promozione per le stesse Ferrovie dello Stato.” Il Presidente della Provincia Regionale di Siracusa nel corso dell’incontro ha mostrato all’ing Moretti i numeri della passata stagione, ribadendo che appare incredibile come una iniziativa sì fatta, che per altro è a pagamento, possa non esser confermata. L’ing. Moretti ha rilevato che le tratte di carattere regionale, in tutto il Paese, sono da diversi anni di esclusiva competenza delle regioni e che solo la Sicilia, a tutt’oggi, non risulta firmataria del Contratto di Servizio con le FS. Da ciò scaturirebbe la competenza decisionale in merito da parte della Regione. “Purtroppo – ha replicato Bono - questa situazione di assoluta assenza di responsabilità della Regione Sicilia nel settore dei trasporti ferroviari è innegabile che sia alla base dei disservizi e delle progressive riduzioni delle tratte ferroviarie nell’isola, ciò non giustifica del tutto che anche una iniziativa come il Treno Barocco non trovi una doverosa sponda di sostegno da parte delle Ferrovie dello Stato”. “L’Ing. Moretti – ha quindi dichiarato Bono – è apparso favorevolmente colpito dalla oggettiva valenza del progetto, e dai suoi ottimi precedenti in ordine al gradimento di pubblico, e si è riservato qualche giorno per verificare con i propri uffici la possibilità ed i costi per una autorizzazione che possa recuperare almeno in parte la stagione estiva.“ Bono ha concluso dichiarando che “anche se con ritardo appare fondamentale riuscire ad evitare la soluzione di continuità della iniziativa, e che quindi appare essenziale recuperare il progetto e lavorare fin da subito affinché la Regione esca dal porto delle nebbie di questa totale assenza di strategia nel settore dei trasporti ferroviari e consenta, a partire dal prossimo anno, di dare una corretta gestione a tutte le tratte regionali e garantire la conferma, a regime, dello straordinario progetto Treno Barocco. “


tgweb
 
 
 
 
 
Archivio notizie
 
 
 
video